Oracolo arabo

Secondo l’astrologia araba, ogni individuo è nato sotto il segno di un’arma che simboleggia il nostro atteggiamento verso la vita ed esercita un’influenza determinante sul nostro destino. Come l’astrologia occidentale o cinese, anche quella araba conta 12 segni, appunto le armi. Le armi sono divise in 3 categorie: armi corte (coltello, pugnale, coltellaccio, pugnale arabo/scimitarra), armi medie (mazza ferrata, clava, ascia, catena), armi lunghe (spada, lancia, fionda, arco)Per determinare il segno, l’astrologia araba si basa su 3 elementi: il segno zodiacale, il numero di abitanti della città natale e il livello sociale dei genitori al momento della propria nascita. La vita è una lotta, per questo siamo nati sotto il segno di un’arma che simboleggia il nostro approccio alla vita stessa e ha in sé un valore “talismatico” in relazione alla sua forza e alla sua portata.

Gli oroscopi arabi, d’origine sumera, nascono nel nord della penisola Araba, nell’antica Mesopotamia tra il Tigri e l’Eufrate, all’epoca dei grandi studi astrologici, e si espandono in tutto il bacino del Mediterraneo per poi trasformarsi o sparire.

Occupata dagli Arabi fin al secolo XI°, la Sicilia è stata la sola a conservarne delle tracce. Restano alcuni scritti degli oroscopi, tenuti così segreti, che è raro trovarli ed è difficili interpretarli. È la tradizione orale che ci permette di ricostruire questi oroscopi.

Nell’astrologia araba ogni individuo ha due segni, più esattamente due armi.

L’ARMA DI NASCITA

Rappresenta il potenziale di riuscita, il temperamento, i pregi, i difetti e le qualità che si hanno al momento della nascita. L’arma di base dà soltanto il “via”. Nessuno passerà l’esistenza sotto un segno senza la possibilità di cambiarlo. Cambiare il destino è possibile. Questa è l’originalità dell’oroscopo arabo. Si possono scalare le classi sociali: a seguito di una serie di fallimenti si può divenire arma corta, come allo stesso modo, grazie al lavoro o ad amici influenti, divenire arma lunga. La vita è una lotta perpetua per il progresso o il mantenere la propria posizione.

L’ARMA DI ARRIVO

Rappresenta l’arma che si diventa. È in salita? O è in discesa? Bisogna considerare la posizione sociale (il denaro non conta), la riuscita, la personalità.

 

  • 21 marzo-20 aprile Pugnale
  • 21 aprile-21 maggio Daga
  • 22 maggio-21 giugno Mazza di ferro
  • 22 giugno-22 luglio Daga
  • 23 luglio-23 agosto Spada
  • 24 agosto-23 settembre Coltello
  • 24 settembre-23 ottobre Catena
  • 24 ottobre-22 novembre Pugnale arabo
  • 23 novembre-21 dicembre Arco
  • 22 dicembre-20 gennaio Lancia
  • 21 gennaio-18 febbraio Fionda
  • 19 febbraio-20 marzo Ascia

Armi corte

Caratteri generali

Se sei nato sotto uno di questi segni, sei introverso, spesso complessato; hai problemi di espressione e non sai come valorizzarti. Le armi corte non cercano di “risplendere”, né di esercitare alcuna influenza. Assenti d’iniziativa, non hanno che di rado il senso della responsabilità. Restano modeste. Queste armi necessitano di assistenza al fine di elevarsi. Le armi medie sono accessibili, come la catena, poiché le armi corte a volte sono strategiche.

Per le armi corte sarà estremamente arduo divenire armi lunghe. Dovranno rinunciare soprattutto alla spada, a cui non possono accedere probabilmente a causa dei pregiudizi. Poco raggiungibile la lancia. Avranno bisogno di coraggio e abilità. Ma niente impedisce che si diventi fionda, a condizione che si abbiano attitudini artistiche, almeno un ideale. Da fionda, alcuni possono passare ad arco con un minimo d’ambizione… cosa che le armi corte hanno poco!

 

PUGNALE

dal 21 marzo al 20 aprile

I nati del pugnale sono dei campioni di onestà e lealtà, ma poco dotati di senso pratico, di diplomazia. Proprio per questa ragione si trovano spesso in situazioni difficili, causate proprio dalla difesa delle proprie idee in maniera anche aggressiva. A causa di questa loro innata aggressività, spesso preferiscono trovarsi un lavoro indipendente, come professionisti o artigiani.
L’esuberanza dei nati del pugnale è forte anche nei rapporti amorosi, perlomeno fino a quando non trovano il partner che riesca a mettergli il guinzaglio.

Daga

dal 22 giugno al 22 luglio

Leali, ordinati, precisi e legati alle tradizione. Da questo punto di vista i nati sotto il segno del coltellaccio sono dei veri e propri orologi, praticamente infallibili!
Ma non chiedetegli di essere l’anima della festa, perché da questo punto di vista risultano essere un po’ noiosi.
I lavori ideali per queste persone sono quelli che richiedono forte attenzione o grande capacità di precisione.

Coltello

dal 24 agosto al 23 settembre

I nati sotto questo segno hanno un grande talento artistico ed una sensibilità tale da riuscire a cogliere con facilità le bellezze della natura. Purtroppo per loro, risultano essere poco competitivi, dunque riescono solo con moltissime difficoltà ad emergere ed eccellere. Per ovviare a ciò, spesso i nati sotto questo segno preferiscono darsi all’ascetismo.
Anche in ambito amoroso preferiscono avere una vita tranquilla.

Pugnale arabo

dal 24 ottobre al 22 novembre

L’intelligenza e le capacità intuitive sono la base delle caratteristiche dei nati del segno del pugnale arabo. Spesso lunatica, non è una persona semplice cui stare accanto, anche se dal punto di vista sentimentale è molto fedele e passionale.
Un problema per i nati di questo segno è l’ambizione, che spesso li porta ad avere obiettivi non alla loro portata.

 

ARMI MEDIE

Caratteri generali

Sono armi che portano più lontano. hanno bisogno di minore tecnica e chiunque se ne può servire. Queste armi di difesa hanno, almeno le ultime tre, un guizzo di improvvisazione. In genere sensate ed efficaci, le armi medie percorrono la loro strada con passo sicuro, fermamente convinte di raggiungere i propri obiettivi e poco attratte dall’imprevisto. Spesso ambiziose e intraprendenti, ponderano il rischio prima di ogni decisione. A loro piace scalare qualche gradino, ma la serenità personale è più preziosa. Sono la ponderazione fatta persona, la saggezza, l’equilibrio e la stabilità. Non molto emotive al principio, possono divenirlo perché hanno, allo stato latente, numerose possibilità che solo loro stesse possono valorizzare. Avranno bisogno di tempo per studiare, viaggiare, relazionarsi. Tra le cose importanti: la vita professionale e la famiglia. Ma ognuna, prevalendo sull’altra, rischia di farli restare eternamente nello stato di arma media, frenando l’avanzata verso mete più elevate. Sarà arduo per loro diventare spada, essa piuttosto è ereditaria. Si limiteranno alla lancia. Sono i principali rappresentanti della fionda e dell’arco. Per quanto diffidino dalle armi corte, il coltello e il pugnale arabo gli riservano delle sorprese…

Ascia

dal 19 febbraio al 20 marzo

Fiduciosi nel prossimo e sempre ottimisti, i nati sotto il segno dell’ascia sono dei sognatori che si ritrovano spesso lontani dalla realtà. Ad aiutarli sono gli amici, con i quali riescono ad instaurare un rapporto di fiducia e rispetto reciproci.
Di grande gusto artistico, è facile trovare un nato dell’ascia che riesce a sfondare in questo ambito.
Dal punto di vista sentimentale, non sono degli amatori passionali, ma tendono ad affascinare con la loro raffinatezza.

Clava

dal 21 aprile al 21 maggio

I nati sotto questo segno sono delle persone calme e precise. Al limite del maniacale, tanto da trovarsi a disagio quando avvengono degli imprevisti.
Amanti della pace, preferiscono una vita tranquilla ad una costante e stancante ricerca di obiettivi ambiziosi.
Appassionati delle grandi tavolate con gli amici, tendono per questa ragione ad ingrassare molto.

Mazza di ferro

dal 22 maggio al 21 giugno

Estroversi e coraggiosi, gli appartenenti al segno della mazza ferrata hanno anche grandi capacità di adattamento. Questo li porta a riuscire a volgere a loro favore ogni tipo di situazione anche se ciò li porta, a volte, ad essere incoerenti.
Con queste caratteristiche, i nati della mazza sono indicati per le professioni riguardanti il commercio e la comunicazione.
Da un punto di vista affettivo risultano essere fedeli e legati alla famiglia, meglio se questa è numerosa.

Catena

dal 24 settembre al 23 ottobre

Dei veri e propri diplomatici, è questa la definizione migliore per i nati della catena. Abili a sfruttare le situazioni a loro vantaggio, sono dei veri e propri amanti degli oggetti belli e costosi.
Ciò li porta a cercare lavori che hanno come base il rapporto con il pubblico e lauti stipendi.
Il partner dei nati sotto questo segno deve essere anch’esso amante del lusso e della ricchezza, perché in ogni caso sarà circondato da questa situazione.

ARMI LUNGHE

Caratteri generali

Queste armi simboleggiano la luce. Hanno fiducia in sè stesse, a parte nei momenti di depressione (frequenti nella fionda e nell’arco). Questa angoscia che a volte le opprime è semplicemente il segno del loro perfezionismo. Vorrebbero essere influenti. Queste quattro armi sono classificate dagli Arabi sul più alto scalino sociale, più alte dell’avere ricchezza. Addirittura, la fionda, per quanto possa essere abbattuta, è più elevata di una lancia splendente. Perché la fionda e l’arco sono creativi, originali, idealisti. Non si può diventare fionda o arco senza talento, genialità. Se sei nato arma lunga, non ti adagi sul successo. Fai attenzione al denaro, il tuo più grande nemico. Sacrifica a lui la tua onestà, e tornerai catena. Funzionario corrotto, azzeccagarbugli, medico interessato, artista opportunista…non sono altro che catene.

Lancia

dal 22 dicembre al 20 gennaio

Prudente e brillante il nato della lancia preferisce sempre fare il passo della stessa lunghezza della gamba, convinto com’è che una persona delle sue capacità può riuscire senza rischiare ad emergere rispetto agli altri.
Simpatico ed affabile, gli riesce facile fare amicizia. Va stimolato, in quanto poco attivo e coraggioso in ambito amoroso.

Fionda

dal 21 gennaio al 18 febbraio

Pronti a combattere contro le ingiustizie nel mondo e veri e propri esponenti del pensiero divergente.
Da questo punto di vista sono delle persone che non accettano i compromessi e sono pronti a difendere i loro ideali ad ogni costo.
Anche nei rapporti personali i nati della fionda sono appassionati ed idealisti.

Spada

dal 23 luglio al 23 agosto

I nati della Spada sono dei leader nati, hanno tutte le caratteristiche che potrebbero portarli al vertice, ovvero carisma, perfezionismo, orgoglio e grinta.
Sempre disposti a mettersi al centro della scena, anche in situazioni dove potrebbero esserci persone più importanti di loro o dove sarebbe più saggio defilarsi.
La loro ambizione li porta a non gettarsi troppo in avanti, ma piuttosto a valutare con calma le situazioni.
Questa caratteristica li accompagna in ogni ambito, compreso quello sentimentale.

Arco

dal 23 novembre al 21 dicembre

Intelligente e razionale, il nato dell’arco affronta tutta la vita appoggiandosi alle sue capacità mentali.
Se da un lato questo lo porta a sbrigarsela bene in ogni situazione, dall’altro lo tiene a distanza dalle persone normali, che vedono nella sua preparazione una fonte di difficoltà nell’instaurare un rapporto.
La persona dell’arco deve quindi cercare di trovare un compromesso per rapportarsi con gli altri, soprattutto perché in ogni caso ama la buona compagnia.